martedì 13 dicembre 2016

Altheo "Mostre": Artico, ultima frontiera in 120 scatti Dal 15 gennaio a Venezia opere di Bozzi, Axelsson, Egevang




L'estremo nord del pianeta, le distese innevate, ma anche le temibili testimonianze dei cambiamenti climatici così come il lento e inesorabile processo di civilizzazione di immensi territori e la dura vita del popolo Inuit, sono al centro di una grande mostra fotografica allestita dal 15 gennaio a 2 aprile a Venezia, negli spazi del centro espositivo Casa dei Tre Oci. 










Proposti 120 scatti, realizzati dall'italiano Paolo Solari Bozzi, dall'islandese Ragnar Axelsson e dal danese Carsten Egevang, tre maestri della fotografia di reportage, capaci di offrire tre diverse narrazioni della sconfinata regione artica.
Con il titolo 'Artico. Ultima frontiera', la mostra mette a fuoco la difesa di uno degli ultimi ambienti naturali non ancora sfruttati dall'uomo, il pericolo imminente del riscaldamento globale, la sensibilizzazione verso le problematiche della sostenibilità ambientale e del cambiamento climatico, la dialettica tra natura e civiltà, spaziando dalla Groenlandia alla Siberia, dall'Alaska all'Islanda.





Altheo "Proposte": Santa Maria Novella, aperti nuovi spazi Per un mese dal 15/12 visitabili Chiostro grande e Dormitorio





Anteprima di quello che sarà il nuovo, grande museo di Santa Maria Novella a Firenze dal 15 dicembre al 15 gennaio: per un mese il Chiostro grande e il Dormitorio della Caserma Mameli, in piazza della Stazione, tornati alla città dopo il trasferimento della Scuola Marescialli e Brigadieri dei carabinieri a Castello, saranno visitabili gratuitamente tutti i giorni dalle 11 alle 16.30 (ultimo ingresso ore 16.00). Inoltre anche la Cappella del Papa sarà fruibile nell'ambito delle visite guidate gratuite su prenotazione a cura dell'Associazione Mus.e (la Cappella non è accessibile per persone con disabilità motorie). Eccezionale l'importanza storica e artistica degli spazi che verranno aperti alla pubblica fruizione, a partire dal trecentesco Chiostro Grande, cosiddetto per le monumentali dimensioni dei suoi lati, costituiti da 56 campate a tutto sesto, che ospita un ciclo di affreschi dipinti in massima parte nel Cinquecento dai maggiori pittori dell'Accademia fiorentina.


Altheo "Profili": Anna Tonelli





Anna Tonelli è architetto e pittrice. Come libero professionista ha collaborato per oltre 30 anni con il Ministero per i Beni Culturali, Soprintendenze archeologiche e architettoniche di Roma e del Lazio per la elaborazione e realizzazione di importanti opere di restauro. 
Ha rilevato più di 50 monumenti, realizzati per interventi di restauro, di notevole interesse artistico (Castel Sant’Angelo, Pantheon, chiesa di Santa Susanna, chiesa di S. Cecilia, chiesa di Santa Maria della Pace, San Michele sede della Direzione regionale del Ministero e tanti altri a volte pubblicati a corredo dei lavori di restauro curati dalle Soprintendenze stesse. La sua vita è stata dedicata al disegno architettonico e soprattutto artistico. Disegno specialistico finalizzato a ricostruire e reintegrare l’immagine a volte deturpata di statue ornati ecc. 






Per un periodo ha insegnato l’arte del rilievo artistico nei corsi organizzati dai Beni Culturali e da apparati privati dell’Accademia dei Lincei. E’ autrice, infine, di molti saggi pubblicati su libri con al centro i temi del rilievo artistico-architettonico.
Ha partecipato a diversi concorsi di architettura e ha progettato e realizzato la nuova struttura in ferro e vetro della Casina dell’Orologio al Pincio. 






Nel tempo ha partecipato con diverse premiazioni a numerosi concorsi di estemporanee di pittura e collettive, galleria Babuino, a via del Babuino, galleria San Marco a via del Corso, (ora queste gallerie non esistono più, come tante altre). ha partecipato da ultimo con due personali, (Disegni e dipinti) e (Il Canto degli Alberi su ispirazione di Hermann Hesse), nei primi mesi del 2016 a Palazzo Ruspoli di Cerveteri con il patrocinio del Comune nel cui territorio risiede da alcuni anni. 







Ora ha presentato uno speciale Vernissage, “NaturArte”, che si è svolto domenica 2 ottobre  nel cuore del più bel parco di Roma, al Pincio, dove tra alberi secolari e viali pieni di storia che creano un’atmosfera di fanciullezza e serenità, sorge la “Casina dell’Orologio” sede dell’evento progettata dalla stessa Tonelli nel 2003. La sua è una ricerca continua con l’intreccio delle pennellate che si forma sulla tela unisce i colori ad olio per dare vita ad una energia di luce e di stati d’animo in un desiderio appassionato e improvviso di afferrare intuitivamente lo spazio e la bellezza, vuole  essere un invito a guardarci attorno e sentirci parte di tutto ciò che merita rispetto e amore”.