giovedì 17 dicembre 2015

Altheo "people": Davide Calvi.







Davide Calvi nasce a Legnano in provincia di Milano nel 1962.
Fin dall' adolescenza dimostra interesse ed attitudini verso le arti figurative; si diploma in grafica pubblicitaria e lavora per molti anni in questo campo; allo stesso tempo frequenta dei corsi di specializzazione in scenografia e fotografia che gli permettono di lavorare in studi televisivi ed per allestimenti teatrali .






L' incontro con la pittura ad olio avviene in giovane età, verso i 16 anni, seguendo l' ispirazione di soggetti figurativo-paesaggistici per poi crescere nel tempo nell' espressione più intima dell' idealismo e surrealismo con dipinti che si svincolano dal tempo e dallo spazio per entrare in una dimensione immaginaria quasi simbolica della Natura e dell' Uomo
Espone in diverse mostre tra Milano, Varese, Vicenza e Venezia.
Sperimenta con soddisfazione altre tecniche come l' acquerello, la grafite ed il carboncino tendendo ancora al paesaggistico ed al ritratto di volti e corpi studiandone le parti rendendole soggetti unici dell' opera.





In età matura decide un radicale cambio di vita trasferendosi nella Francia del sud, qui in Provenza scopre un' altra passione supportata dalla capacità tecnica, ovvero il restauro e la pittura su superfici di grandi dimensioni; inizia così la decorazione murale, i trompe l' oeil, grazie alle precedenti esperienze di scenografia,ed il recupero strutturale di pareti danneggiate dal tempo.
E' un periodo fervido per la sua produzione artistica dove la pittura su tela non viene tralasciata con numerose esposizioni a Marsiglia e borghi medioevali di Grambois, Mirabeau, Manosque , Forcalquier.







Rientrato in Italia nel 2014, risiede tra le sue amate e silenziose montagne in provincia di Vicenza dove mantiene ed amplifica l' attività artistica sia pittorica su tela che murale con nuove creazioni anche nel campo dei complementi d'arredo già sperimentati nel periodo francese per divenire così un artista a tuttotondo .

Patrizia Stefani



Altheo "Eventi": "Una porta per il Duca" di Lorena Ulpiani


VENERDì 18, POMERIGGIO D'ARTE
ALL'HOTEL GRAND'ITALIA RESIDENZA D'EPOCA CON "GEOMETRIE NELL'INFINITO" E "UNA PORTA PER IL DUCA"
VI ASPETTIAMO ALLE 18 



Domani, venerdì 18 alle 18, all'Hotel Grand'Italia Residenza d'epoca, pomeriggio dedicato a "Una Porta per il Duca", galleria permanente di arte contemporanea del Liceo di Scienze umane Amedeo di Savoia, Duca d'Aosta. Il progetto ha visto impegnati artisti padovani nella realizzazione di opere sulle porte dell'istituto: una ventina tra ultimate e in lavorazione. Prime ad arrivare, quelle di Francesco Lucianetti, Giorgio Poli, Joys, Leo Borghi, Roberto Pittarello, Gianpietro Cudin, Marisa Merlin, Bruno Lorini, Daniela Pedrocco, Michele De Marchi. A breve sono attese le altre, di Scuderi, Vignato, Lorini, Panzuto, Ievolella, Bolzonella, Coppo, Harm e Massagrande.
L'incontro mostrerà in anteprima gli ultimi "arrivi" e vedrà l'assegnazione di una nuova porta, la "30" alla pittrice Lorena Ulpiani, da parte del preside Alberto Danieli che illustrerà il progetto. L'artista presenterà il bozzetto che prevede una parte in affresco su muro, lasciando che le geometrie spazino oltre gli stipiti. Conduce Marilena Bordin, curatrice delle mostre dell'Hotel Grand'Italia Residenza d'epoca.
L'appuntamento è uno degli eventi proposti dalla personale della pittrice, dal titolo "Geometrie nell'infinito", aperta in Hotel fino al 10 gennaio 2016, visitabile con orario continuato. Venticinque le opere, di vario formato, esposte negli spazi del Grand’Italia. Possibili anche visite guidate, su appuntamento.



lunedì 14 dicembre 2015

Altheo "Libri": 'Più libri' chiude con 53 mila presenze.


Incontri sold out, folla in fiera in risposta alla paura.





Con 53 mila presenze e tanti appuntamenti da tutto esaurito, 'Più libri più liberi', la fiera della piccola e media editoria - che si è aperta con un messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed è stata inaugurata dal ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini - chiude la 14/a edizione che ha visto 379 espositori soddisfatti per l'aumento delle vendite e 330 incontri con circa 1000 relatori.
"In questa edizione abbiamo avuto - spiega il direttore della fiera, Fabio Del Giudice - un pubblico molto propenso agli acquisti, tanto che l'80% degli editori ha dichiarato di aver venduto come o più dell'anno scorso". Una risposta, aggiunge, anche al clima di paura per gli attentati: "La gente ha continuato a venire in fiera, anche per seguire i numerosi incontri dedicati all'attualità: dai fatti di Parigi a Mafia Capitale. È la prova che per fortuna siamo ancora in tanti a credere che la cultura, l'approfondimento e la condivisione siano le armi più efficaci contro ogni forma di violenza".
Tutto esaurito nelle sale e pubblico in fila nei corridoi per Andrea Camilleri, da anni ospite della fiera, con l'ultimo libro 'Le vichinghe volanti e altre storie d'amore a Vigàta' (Sellerio) e per Lirio Abbate e Ascanio Celestini, Erri De Luca, Annie Ernaux, Emiliano Fittipaldi e Zerocalcare. Novità molto apprezzata dai ragazzi, la presenza degli YouTubers Alessandro "Shooter Hates You" Masala e The Pills, le rockstar del web alla conquista del cinema. Seguitissimi anche gli incontri con Wolfgang Bauer, con la presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini che ha riflettuto sulla forza della politica, e con Boris Pahor con 'Quello che ho da dirvi. Dialogo tra generazioni lontane un secolo'. "In questa edizione abbiamo lanciato un appello per coinvolgere sia tutti gli operatori della filiera che tutti i soggetti istituzionali e sociali che possono avere a cuore le sorti della lettura e del libro" ha sottolineato Antonio Monaco, presidente del Gruppo dei piccoli editori dell'Aie e direttore delle edizioni Sonda. Per Romano Montroni, presidente del Centro per il libro e la lettura, è stata "un'esperienza coinvolgente: è come tornare a fare il libraio, solo che questa libreria è gigantesca e racchiude una varietà straordinaria di storie".
"Anche quest'anno, per la quattordicesima volta, nonostante il terrorismo dell'antiterrorismo (evitare gli eventi, i luoghi affollati, eccetera), la festa/fiera della piccola e media editoria è stata un successo" ha spiegato Lidia Ravera, assessore alla Cultura della Regione Lazio. Soddisfazione anche da parte di Cristina Selloni, direttore dell'Istituzione Biblioteche di Roma: "Oltre 2.500 bambini hanno partecipato ai laboratori, incontri e letture a voce alta. Una buona partenza si è registrata anche per la Bibliocard, la nuova card a sostegno dello sviluppo delle Biblioteche".
Grande successo, infine, per il Fellowship program, in collaborazione con l'Ice - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane: 15 editori stranieri, 30 editori italiani e oltre 200 incontri in due giorni che hanno portato i libri italiani all'estero, sconfiggendo il grande nemico della piccola editoria, la visibilità. Appuntamento alla 15/a edizione dal 7 all'11 dicembre 2016. 

Altheo "Mostre": I quadri di Dario Fo all'asta per beneficenza.


Nobel a Vercelli, all'incanto venti sue opere.





Il premio Nobel per la letteratura Dario Fo è ospite alla casa d'aste Meeting Art di Vercelli per la mostra-asta "Mistero Buffo a colori - Opere da Nuovo manuale minimo dell'attore", nella quale vengono battute all'incanto venti suoi quadri. Il ricavato sarà devoluto al comitato 'Il Nobel per i disabili', nato per volontà di Dario Fo. "Ero in Svezia per il Nobel con Franca (Rame, ndr) che mi disse: cosa ne facciamo di questi quadri? Da lì abbiamo voluto aiutare le persone in difficoltà".