giovedì 6 ottobre 2016

Altheo "Profili": Irma Mores





Ceramista, diplomata in Pittura presso la Scuola d’Arte del Castello Sforzesco di Milano ha in seguito frequentato i corsi di Nudo e Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera in Milano.
Dal 1981 al 1995 ha elaborato idee, disegni, progetti.
Ha partecipato a varie mostre collettive, live art, con donazioni di opere a enti istituzionali.









Le sue opere nascono dall’osservazione, da vicino o a distanza, di stati d’animo, letti, intuiti,
sentiti, nei visi e nei gesti delle persone che incontra.
I momenti migliori della creazione materiale delle opere li vive in solitudine nel bosco e nella
moltitudine di persone che incontra nelle varie manifestazioni durante “live art”.
I materiali toccati e vissuti nelle sue opere sono argille, terra refrattaria, pietra, 
marmo, catrame,  dove, linee morbide, precise, affondano e modellano corpi, visi, forme 
geometriche.









“Nelle forme di Irma ho notato un modellato raffinato libero; le figurazioni si presentano poetiche, vivissime.
Le fonti di queste espressioni vanno ricercate nelle concezioni stilistiche, nelle accentuazioni simboliche e idealistiche, che accentuano la materia pura nello spazio.
Irma Mores si concretizza in opere ricche di dolcezza femminile e un’attenta esanime s’avverte nella tensione delle forme, esplode un desiderio di libertà espressiva: l’artista non si lascia trascinare dal mercato, ma si ancora alle sue idee, alla tessitura stessa dell’opera, per questo sa trovare l’esatto trait d’union  tra materia e poesia.









La sua arte è assolutamente originale, coerente alle forme e nel contempo indice di una sensibilità profondissima, la materia da lei scelta è l’argilla, il marmo, la pietra, che tratta con maestria, dà carattere, forza compositiva, creatività, vitalità all’opera d’arte in sé stessa.”
Elio Lentini   Maestro Scultore.