martedì 13 ottobre 2015

Altheo "Profili": Laura Muolo.






Laura Muolo, nasce a Milano nel 1975, e si trasferisce a Rimini all’età di 19 anni, appena conseguito il diploma di ragioneria. Da sempre appassionata di disegno, sceglie però, una scuola improntata su materie tecniche. A Vent’anni inizia a provare interesse per l’arte e acquista i suoi primi manuali e libri per fare pratica, ma questo interesse si affievolisce nel giro di pochi mesi.





  La vera ondata artistica, arriva parecchi anni dopo, nel 2013, quando per fare un regalo speciale ad una amica, pensa proprio di eseguire un ritratto. Da quel giorno, ogni giorno, Laura non ha più abbandonato la matita, che tratto dopo tratto, inizia a regalarle risultati sorprendenti nel giro di poco tempo. Si accosta qualche mese dopo anche alla pittura, con la quale , riesce ad ottenere anche con essa buoni risultati, già da subito.





Pubblica i suoi lavori sulla sua pagina Facebook “ I disegni di Laura” e pian piano si fa conoscere tra i gruppi d’arte del famoso social network. Nel 2014 inizia a portare i suoi lavori in giro per Rimini e per il circondariato, in luoghi atti a vernissage e simili.




Partecipa a diversi concorsi on line, nell’anno 2014 arriva prima nel concorso per ritrattisti “picture draw competition” sito inglese che riceve ritratti da tutto il mondo, del mese di ottobre con la sua opera “Jack”, e del mese di dicembre con il ritratto "ricordo di un tempo". Partecipa anche alla Biennale di Facebook di Giorgio Grasso del 2014, e si piazza al 4° posto per la categoria disegno con la sua opera "Jack".






Tendente all’iperrealismo, l'elemento che predilige è il figurativo, specialmente il ritratto di gente comune ,senza disdegnare però tutti gli altri elementi: paesaggio, natura morta, scene di vita... I soggetti che raffigura li trova quasi sempre sul web, ma modificando le foto, prendendo più foto di soggetti e creando le scene che le servono.
Il medium prediletto da Laura è la grafite, della quale ama fortemente l’impatto emotivo che riesce a dare, creando dei forti contrasti tra le diverse tonalità.






 Sostiene Laura “ Molti artisti colleghi mi dicono che io calco troppo, rendendo il tratto esagerato… ma questo lo ritengo il mio stile, il mio carattere, e amo i disegni dove io possa dimostrarlo, amo le immagini con neri intensi dove il viso e lo sguardo, possono uscire dal foglio, possano prendere vita, che si impongano allo spettatore. Amo altresì anche gli altri medium , sto sperimentando tutte le tecniche possibili. Ho dipinto e continuo a dipingere a olio, mi rilassa molto, e mi piace vedere colori e forme che mano a mano si delineano sempre più. Ultimamente ho iniziato a lavorare anche con i pastelli morbidi e trovo che siano fantastici, perché è un po’ come dipingere con le dita, solo che i colori sono già pronti.”

Il 6 giugno partecipa alla mostra "Arte nutrimento dell'anima" tenutasi a Milano presso l'Ata Hotel di Pero - Expo Fiera 2015 con il suo dipinto "Madama"




Il 13 giugno partecipa alla mostra tenutasi a Brescia "Alpini storie di guerra storie di pace" organizzata dall'associazione Ars Mea con la sua opera a matite colorate "il piccolo alpino".
Collabora con la scrittrice Nadezhda Giorgieva Slavova per la realizzazione della copertina del suo libro di poesie intitolato "Notturno" che uscirà nel luglio 2015