mercoledì 24 settembre 2014

Altheo "Milano Fashion Week": Cividini, punta al minimale e al tailor made.





 Design minimale, decorazioni soft e ricercate lavorazioni artigianali. Sono questi i tre capisaldi su cui si regge la collezione estiva di Cividini. Il primo punto si traduce in forme allungate ad A, oppure squadrate 'a scatola', di tanto in tanto oversize. Il secondo si mostra in dettagli ad aerografo, acquerello, dipinti a mano o applicati con la termosaldatura. L'ultimo punto mette al centro l'artigianalità, in particolare un lavoro di giustapposizione della maglia con il tessuto su caban, bomber e persino sul k-way. Sempre sulla scia della vocazione handmade, prosegue poi il progetto 'fatto a mano' lanciato dalla maison, maglie realizzate su vecchie macchine di maglieria a mano, adesso proposte anche nella versione estiva del tricot, in filati tecnici ma dal peso piuma. La palette va dai colori decisi, come il blu Klein o il rosso tulipano, a quelli più tenui, azzurro, rosa, grigio e sabbia, passando per lampi d'oro, argento e canna di fucile.