mercoledì 2 aprile 2014

Altheo "Eventi": Inaugurazione della mostra Mottainai.



Dal 2 aprile al 3 maggio 2014, il Museo Fondazione Luciana Matalon, nell’ambito della rassegna Primavera Giapponese, ospita la mostra collettiva MOTTAINAI, a cura di Michele Gambolò.
Mottainai è un’espressione che in giapponese significa: “che spreco, che peccato sprecare!” È stata adottata da Wangari Maathai, Premio Nobel per la Pace, come slogan per la tutela dell’ambiente, perché riassume i concetti di ridurre, riutilizzare, riciclare e riparare.
Il termine, utilizzato nella vita quotidiana per indicare il rammarico per lo sperpero di risorse, tempo e qualsiasi oggetto materiale, si è esteso ai rifiuti urbani e industriali.
Negli ultimi decenni molto si è fatto per la sostenibilità dello sviluppo e il recupero: il riciclo di carta, vetro e plastica hanno raggiunto oggi un elevato livello di reimpiego grazie a una diffusa istruzione sui cicli di vita di questi elementi.
Il tema dei fanghi derivati da reflui civili e lavorazioni industriali resta tuttavia ancora escluso dalla conoscenza comune.
Da qualche anno Komatsu Seiren, una delle principali aziende tessili giapponesi, ha sviluppato una ricerca per recuperare i fanghi prodotti e il risultato è un materiale chiamato Greenbiz®, già impiegato in Giappone nella realizzazione di giardini pensili e verde verticale, grazie alle sue caratteristiche igroscopiche e di leggerezza.

La sfida lanciata ai partecipanti - artisti, architetti e designer italiani e giapponesi – è stata invitarli a esprimersi sul tema del riutilizzo dei fanghi e non solo, suggerendo nuove idee per chiudere un ciclo virtuoso intorno a una materia ancora poco conosciuta.
In mostra saranno esposti i lavori scaturiti da questa riflessione e che promuovono un efficace connubio tra arte scienza, puntando su innovazione e ricerca.

Ingresso libero
PARTECIPANTI ITALIANI:
Veronica Gallinger, Luciana Matalon, Claudio Pantana, Lascia la Scia, Consalez & Rossi Architetti Associati, Hasuike Naomi, PPR Architetti, Atelier2 – Gallotti e Imperadori Associati, studenti del Politecnico di Milano: M. Giussani, M. Giustra, G. Zanardi - Coordinatore di progetto: Prof. Marco Imperadori.
PARTECIPANTI GIAPPONESI:
Matsutyama Shuhei, Hasegawa Yoshiko, Sakai Koji, Akita Michio, Hideyuk