lunedì 28 ottobre 2013

Altheo"proposte": La Vivisezione dell'altro. Isabella e Tiziana Pers.


martedì 29 ottobre alle ore 15
Università degli Studi di Udine
viale Ungheria 49 (sala A) Udine





RAVE East Village Artist Residency, in collaborazione con ALL (Associazione Laureati in lingue dell’Università di Udine) e LAV (Lega Antivivisezione Onlus Udine), e con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, è lieta di presentare la conferenza di Leonardo Caffo dal titolo: ‘La vivisezione dell’altro. Specismi e antispecismi contemporanei’, che si terrà martedì 29 ottobre alle ore 15 presso l’Università degli Studi di Udine, in viale Ungheria 49 in aula A. La data dell’evento coincide con gli ultimi giorni della raccolta firme ‘Stop vivisection’, che ha appena raggiunto la storica quota di 1.000.000 di firme.

Si tratta di un’iniziativa popolare di cittadini europei che chiede l’abrogazione dell’ultima direttiva europea del 2010, che tanto sdegno aveva sollevato per aver considerato la sperimentazione solo da un punto di vista economico peggiorando notevolmente la situazione, permettendo persino la vivisezione senza anestesia, e su cani e gatti randagi.
Tale tipo di iniziativa popolare costituisce quindi un nuovo efficace strumento per proporre un atto legislativo su questioni per le quali l'UE ha la competenza di legiferare. Le condizioni necessarie sono che almeno 7 stati membri raggiungano una quota minima (e a una settimana dalla scadenza già 10 paesi l’hanno abbondantemente superata) e che il totale raggiunga almeno 1.000.000 di firme.
Siamo quindi di fronte a un cambiamento epocale, perché tutta Europa si è unita in un movimento partito dal basso, e giovedì 24 ottobre ‘Stop vivisection’ ha raggiunto e superato la soglia. L’Italia si è dimostrata il cuore pulsante dell’iniziativa, il paese che ha portato il maggior contributo, con più di 550.000 firme. Si tratta di numeri che invitano a riflettere sulla volontà di abolire la vivisezione oggi, e sulla grande forza che la posizione di ogni singolo cittadino può assumere. Proprio per questo motivo i promotori invitano a continuare a firmare, e lo si può fare anche on-line fino al 31 ottobre sul sito: http://www.stopvivisection.eu/it.
Mai momento potrebbe essere più propizio per attivare una riflessione filosofica sul senso della vivisezione, e più in generale sul delicato rapporto esistente tra l’uomo e le altre specie.
Nelle parole di Leonardo Caffo: "Una società che basa il suo progresso scientifico sulla morte degli altri animali, umani e non umani, è destinata al fallimento morale. Perché se non siamo capaci di immaginare un futuro senza violenza, sarà la violenza che ucciderà il nostro futuro".
Leonardo Caffo (Università degli studi di Torino) è dottorando in Filosofia Teoretica, membro del Labont: laboratorio di ontologia e Associate Fellows dell’Oxford Centre for Animal Ethics. Ha diretto e fondato le riviste Animal Studies e Rivista Italiana di Filosofia Analitica Jr. e collabora, abitualmente, per le pagine culturali di diversi settimanali e con Rai Scuola per Rai Filosofia. È curatore di, e con Maurizio Ferraris, del volume Filosofia Globalizzata (Mimesis, 2013) e, tra i suoi ultimi libri, si segnalano La possibilità di cambiare (Mimesis, 2012) e il discusso manifesto antispecista Il maiale non fa la rivoluzione (Sonda, 2013). Per le edizioni GoWare dirige la collana “Noi Animali” dove è stato pubblicato il libro digitale interattivo, scritto insieme a Valentina Sonzogni, Un’arte per l’altro: l’animale nell’arte e nella filosofia (2013).
La conferenza si propone come momento d’incontro che porta tre differenti realtà a convergere su di un terreno comune. Difatti se da un lato RAVE coniuga il biocentrismo con la ricerca artistica contemporanea, ALLpromuove eventi e scambi letterari e culturali, in particolar modo riguardo ai partnership studies, e LAV unisce l’attivismo alla diffusione di un pensiero antispecista.



Tiziana Pers


Isabella Pers