martedì 29 ottobre 2013

Altheo "produzioni": "Una terra per Zè". Gli artisti di Altheo Magazine per L'association des femmes amies.


Mostra d'Arte collettiva con gli artisti di Altheo Magazine.
Gli artisti di Altheo Magazine, insieme, per acquistare un campo per l'association des femmes amies in Africa Occidentale in collaborazione con la Proloco di Pozzuoli.


Pozzuoli: Palazzo Toledo
Giovedì 31 ottobre ore 17.30-19.30 Inaugurazione.
Venerdì 1 novembre e Sabato 2 novembre ore  9.30 - 19.30.







ASSOCIATION DES FEMMES AMIES
L’associazione “Association des Femmes Amies” (AFA), nata nel 1998 dall’iniziativa di donne africane che operano al servizio della popolazione locale, specie donne e minori, è un’organizzazione apolitica e senza scopo di lucro attiva in tre dipartimenti del Benin (Littoral, Atlantique e Oueme), Stato dell'Africa occidentale tra i più poveri del Continente.

L’associazione ha tra i suoi obiettivi il contrasto al traffico di esseri umani e al lavoro minorile, pratiche tristemente note in Benin, la promozione della scolarizzazione, specie tra le bambine al fine di arginare il loro impiego nel lavoro nero ed il fenomeno del traffico di minori, la creazione di centri per la formazione di base e professionale, l’organizzazione di campagne di sensibilizzazione sui diritti delle donne, lo sviluppo di attività economiche al femminile, l’integrazione socio-economica e culturale delle donne e il miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie.

In questo quadro, con il contributo di 10.000 euro di un gruppo di amici italiani, nel 2011, l’associazione ha realizzato la costruzione di un pozzo di acqua potabile a pompa elettrica nel villaggio di Dodji, situato nel distretto di Dodji–Bata (Comune di Zê). Beneficiari del progetto sono i bambini del Centre d’éducation alternative, creato dall’associazione nel villaggio di Dodji, nonché la popolazione del Comune di Zê e dei villaggi limitrofi. La costruzione del pozzo ha consentito di: migliorare le condizioni di salute e igienico-sanitarie e, in particolare, di ridurre il tasso delle malattie dovute all’utilizzazione di acqua non potabile; contribuire allo sviluppo economico-sociale della popolazione locale; promuovere nel Centre d’éducation alternative attività generatrici di reddito per le donne del luogo (orticoltura, allevamento, trasformazione dei prodotti agricoli).
Quest’anno, l’associazione intende procedere all’acquisto di un appezzamento di terreno nel comune di Alada. 

Questo sarà destinato alla coltivazione di prodotti agro-alimentari al fine di garantire una sufficiente ed adeguata alimentazione a tutti i giovani apprendisti che frequentano e frequenteranno in futuro la scuola di formazione AFA presente sul territorio.
In sintesi il progetto:

Acquisto di 2 ettari di terreno nel comune di Alada per coltivare mais e manioca (Proprio dai tuberi della manioca si ottiene una farina ricca in amidi (cassava) che si presta a moltissimi usi in cucina, anche se il suo valore nutrizionale non è particolarmente elevato. 
Una tipica preparazione a base di manioca è il garì ottenuto dalla macinazione del tubero che viene poi fatto fermentare per uno o due giorni, privato dell’acqua e infine arrostito. 
Il garì, una volta cotto ed essiccato, può essere conservato molto a lungo.) 
La manioca e il mais costituiscono i due alimenti base dell’alimentazione beninese. 
Con questa produzione l’associazione avrebbe a disposizione in modo permanente la Pate(alimento base).
Assunzione di agricoltori per la coltivazione di mais e manioca.
Produzione di legumi, peperoni e pomodori.
Una parte di questi sarà destinata alla produzione di condimenti, mentre il resto sarà venduto al mercato per l’acquisto di olio, sale, pesce etc...). Il pozzo costruito nel 2011 permetterà l’irrigazione di tali prodotti.




Gli artisti




Linda de' Nobili



Alessandra D'Amico



Marina Sgamato



Roberta Ferrari



Valeria Boccarossa



Francesco Costigliola



Mauro Piccoli



Costantino Sgamato



Altheo Magazine ringrazia: Elena Russo e Sabrina Rocco.