mercoledì 3 ottobre 2012

Altheo "Mostre": L'onda dell'intuito. Leonardo Pecoraro.

Leonardo Pecoraro.
L'onda dell'intuito al Castello di Montebello, Bellinzona (Svizzera).




"Un romantico, sensibile viag­giatore contemporaneo tra nord e sud".
Così Igor Nastic descrive Leo­nardo Pecoraro le cui opere sono esposte sino al 28 ottobre prossi­mo negli spazi del museo civico al castello di Montebello per inizia­tiva di Bellinzona Turismo.
Artista poliedrico, Leonardo Pecoraro ha frequentato l'Accademia di Belle Arti a Brera e la scuola di mosaico Albe Steiner a Ravenna. 
Vive tra Berna e Rancate e ha fatto delle sua passione il suo mestiere. 






Pittore, incisore e mosaicista, dal 1990 espone regolarmente in mostre personale e collettive.
Per la pri­ma volta i suoi lavori si possono ammirare anche a Bellinzona e per l'occasione è stato dato alle stam­pe il catalogo che prende il nome dalla mostra allestita al castello di mezzo:
«L'onda dell'intuito».
Con la prefazione di Dalmazio Ambro­sioni, un'intervista di Eleonora Ca­racciolo di Torchiarolo, e un sag­gio critico di Stefano Crespi, oltre alle opere esposte al castello di Montebello raccoglie anche altri lavori realizzati da Leonardo Pe­coraro. Dipinti, calcografie e mo­saici che, come detto si potranno ammirare tutti i giorni dalle 10 al­le 18 fino al 28 ottobre.
Nel giorno di chiusura dell'esposizione al ca­stello di Montebello, che cade nel fine settimana durante il quale si commemora l'ingresso dei tre ma­nieri e della cinta muraria cittadi­na nel patrimonio mondiale uni­sco, l'artista proporrà un'atelier di­mostrativo: ai visitatori, che po­tranno e anche essere coinvolti nella realizzazione dell'opera, mo­strerà la tecnica del taglio delle pie­tre e la composizione di un mosai­co già iniziato nel la sua bottega.

 



 
 
Con la mostra di Leonardo Peco­raro, Bellinzona Turismo prose­gue nel suo percorso di valorizza­zione del patrimonio monumen­tale cittadino rappresentano dai tre castelli. Per quel che attiene Montebello proseguono le tratta­tive con il Cantone, proprietario dei manieri bellinzonesi, affinché si rinnovino del tutto gli spazi espositivi che non soddisfano più le attuali esigenze.
Ancora di re­cente, come ha evidenziato la pre­sidente Flavia Marone, Bellinzo­na Turismo, ente gestore dei ca­stelli, ha contattato i direttori dei vari dipartimenti interessati dal progetto per la creazione di un moderno museo.
A breve si terran­no degli incontri durante i quali si conta di poter finalmente gettare le basi per concretizzare il proget­to del quale a Bellinzona si discu­te ormai da tempo". S.DB Fonte CdT
Orari di apertura: da lunedì a domenica 10.00 - 18.00. Informazioni: Bellinzona Turismo, Palazzo Civico 6500 Bellinzona, Tel. 091 825 21 31