giovedì 8 settembre 2011

Altheo "cinema" : Mostra Internazionale d'arte cinematografica di Venezia.



Non è facile spiegare in un articolo cosa è la mostra del cinema di Venezia.
Intorno ai film, veri e unici protagonisti della rassegna nostrana, appaiono sulle prime pagine di tutti i giornali, i pettegolezzi sulle vite private dei Vip, quest’anno per esempio George Clooney si è presentato senza una compagna al suo fianco, sui vestiti delle dive, Madonna ha indossato un abito da sera Vionnet, Kate Winslet,  per portare avanti la sua battaglia a favore delle donne “al naturale”, ha indossato un’aderentissimo abito optical firmato Stella McCartney, mentre l’italiana Asia Argento ha scelto un abito di Alberta  Ferretti in chiffon e pizzo.

Le celebrità sfilano sul red carpet e sono tutti per loro gli applausi del pubblico,
quest’anno Al Pacino sembra aver vinto su tutti. Si presenta in laguna per ritirare un importante premio alla carriera, il Jaeger-LeCoultre Glory to the filmaker award e per farci dono del film “Wilde Salomè”, da lui diretto e interpretato; basato sul romanzo di Oscar Wild “Salomè”.

Non mancano gli applausi per Colin Firth, che dopo l’oscar per il film “Il discorso del re” si cimenta in “Tinker, tailor, soldier, spy” dal bestseller di Le Carrè “un viaggio nel cuore oscuro della guerra fredda”. Applausi anche per “Terra ferma “ di Crialese : “In un'isola del Mare Nostrum, Filippo, un ventenne orfano di padre, vive con la madre Giulietta e il Nonno Ernesto, un vecchio e irriducibile pescatore che pratica la legge del mare. Durante una battuta di pesca, Filippo ed Ernesto salvano dall'annegamento una donna incinta e il suo bambino di pochi anni. In barba alla burocrazia e alla finanza, decidono di prendersi cura di loro, almeno fino a quando non avranno la forza di provvedere da soli al loro destino.”
Tanti i titoli che ci permetteranno di trascorrere piacevoli serate al cinema.
Soprattutto in questo momento di crisi, che vede anche il mondo del cinema in seria difficoltà, l’imperativo assoluto è : non scaricare i film ma recarsi al cinema, in questo modo si potrà vedere un’arte che va in scena in tutto il suo splendore grazie a grandi schermi e comode poltrone..

Valeria Mazzini